La busta paga  (prospetto paga o cedolino paga)

è viene consegnato dal datore di lavoroal lavoratore, ed è relativo all’importo della retribuzione che questi percepisce, per un determinato periodo di lavoro e tempo.

Nella Busta paga sono riportati le trattenute relative alle imposte e gli enti di previdenza sociale per il periodo di tempo che il lavoratore presta il suo lavoro.

 

Elementi della Busta Paga


La busta paga contiene, oltre all’ammontare della retribuzione:

  • Dati anagrafici del datore di lavoro;
  • Dati identificativi del dipendente (nome, cognome, qualifica, mansione, ecc);
  • Periodo di riferimento (data assunzione, ecc;
  • Elementi fissi della retribuzione;
  • La parte variabile;
  • Trattenute fiscali;
  • Trattenute previdenziali.

 

La retribuzione nella Busta Paga viene indicata sia al lordo (include la somma numerica corrisposta senza le trattenute) ed al netto ( la somma percepita al netto delle eventuali trattenute).

La retribuzione indicata nella Busta paga può essere:

  • diretta (riferita alla prestazione fornita);
  • indiretta (quando si riferisce agli elementi contrattuali come le ferie o alle mensilità aggiuntive);
  • differita (è la somma accantonata e poi restituita, al termine del rapporto contrattuale, si pensi al TFR (trattamento di fine rapporto) che può essere in parte anche anticipato).

In Italia il datore di lavoro deve obbligatoriamente consegnare la Busta Paga al lavoratore, (legge 5 gennaio 1953, n. 4)  « È fatto obbligo ai datori di lavoro di consegnare, all’atto della corresponsione della retribuzione, ai lavoratori dipendenti, con esclusione dei dirigenti[3], un prospetto di paga in cui devono essere indicati il nome, cognome e qualifica professionale del lavoratore, il periodo cui la retribuzione si riferisce, gli assegni familiari e tutti gli altri elementi che, comunque, compongono detta retribuzione, nonché, distintamente, le singole trattenute. » (Articolo 1, comma 1 della legge 4/1953)

 

Elementi fondamentali 

Gli elementi della Busta Paga sono:

  • Minimo contrattuale, (il minimo di base del CCNL di categoria per il livello di riferimentoindicato nella busta paga);
  • Contingenza (con l’E.d.R.), l’EDR  tratta dell’ elemento distintivo della retribuzione, mentre la contingenza è un ex-elemento di integrazione della busta, il loro importo seguono i contratti di riferimento;
  • Scatto anzianità (dove previsto): un aumento della retribuzione aggiuntivo che per contratto si può ricevere ogni 2, 3 o 4 anni di anzianità presso la stessa azienda, i CCNLprevedono il massimo di scatti assegnabili;
  • Superminimi, si tratta di un eventuale aumento retributivo, ad personam per meriti specifici, o per accordi tra sindacato datore di lavoro,

Voci correlate:

  • Gli Assegni familiari;
  • Contratto di lavoro;
  • Cedolino elettronico;
  • Lavoratore;
  • Previdenza;
  • Retribuzione;
  • Stipendio

Vedi i modelli di Busta paga pdf editabili, disponibili nel catalogo