L’imposta sulle successioni, ipotecaria, catastale, bollo etc. dovuti in relazione alla presentazione della dichiarazione di successione, venisse versata con modello F24.. Dal 1° gennaio 2017 diventa obbligatorio procedere al pagamento unicamente con il modello F24.

Con la risoluzione 16/E del 25/03/2016 l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo da indicare nel modello F24 che corrispondono ai seguenti

“1530” denominato “Successioni – Imposta ipotecaria”;
“1531” denominato “Successioni – Imposta catastale”;
“1532” denominato “Successioni – Tassa ipotecaria”;
“1533” denominato “Successioni – Imposta di bollo “.
Oltre al codice tributo 1538 “Tributi Speciali ” ed ai codici per il versamento delle somme dovute a seguito di liquidazione da parte dell’Ufficio, per acquiescenza, per la definizione delle sole sanzioni, per definizione con adesione, per conciliazione giudiziale, per i quali si rinvia alla citata risoluzione.

Per consentire inoltre l’identificazione del defunto viene istituito il codice identificativo “08” denominato “Defunto”.

(Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 17/03/2016 e 2.1 del citato provvedimento prevedeva esplicitamente che sino al 31/12/2016)

MODELLO MOD4 SUCCESSIONE EDITA E SALVA PER PROFESSIONISTI CON INTERCALARI

MODELLO F24 EDITA E SALVA PER PROFESSIONISTI

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito Web acconsenti a tutti i cookie in conformità con la nostra Politica sui cookie. LEGGI L'INFORMATIVA PRIVACY

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi